QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   
EN

STRADA 870

Progetto stradale comprensivo di due ponti in acciaio, due gallerie artificiali, circa 25 ettari di parco fluviale, due rotonde, tre impianti di depurazione di acque di prima pioggia, fognature, impianto di illuminazione, impianto di sollevamento delle acque in galleria, una passerella in legno lamellare, parco attrezzato, barriere acustiche.

Dove
Bologna
Tipo di incarico
Progettazione Preliminare, Definitiva ed Esecutiva
Cliente
CONSORZIO CAVET - CMC RAVENNA
Periodo
1997 - 2009

Sintesi del progetto

Il progetto riguarda il tratto urbano di un nuovo asse viario situato nella periferia ovest della città di Bologna, previsto fin dal piano regolatore del 1985, necessario per collegare con la tangenziale e le autostrade gli insediamenti distribuiti nella valle del torrente Savena a sud della città.

A causa dei vincoli nel territorio (presenza dalle linee ferroviarie Bologna-Firenze storica e AV, e del torrente con intensa urbanizzazione da un lato e lambito dal Parco dei Gessi Bolognesi dall'altro), l'opera è stata preceduta da un lungo e travagliato iter progettuale in cui l'attenzione all'ambiente ha condizionato la scelta del tracciato e la progettazione del corpo stradale, stimolando l'adozione di specifiche tipologie di ponti e l'inserimento in progetto di vaste azioni di rimboschimento e di rinaturalizzazione del territorio. La costruzione è avvenuta per 3 lotti successivi, di cui il primo fu completato nel 2003 e il terzo nel 2019.

Le attività progettuali hanno riguardato i seguenti aspetti:

  • circa 2200 m di tracciato stradale, oltre a due rotatorie e vari rami di svincolo alla viabilità esistente e ad accessi privati;
  • due ponti metallici a due campate ciascuno con lunghezze totali di 70 e 81 m;
  • due gallerie artificiali (di lunghezza 160 m e 260 m) realizzate mediante berlinesi temporanee di sostegno dello scavo (micropali e tiranti) e struttura scatolare in c.a. gettata in opera, con elementi in c.a.p. integrati nella copertura;
  • alcune centinaia di metri di barriere acustiche, realizzate con collinette in terre rinforzate e/o pannelli in legno su cordoli in c.a.
  • gli impianti di pubblica illuminazione della strada, delle rotatorie e delle gallerie e ponti;
  • i particolari dell'impianto di smaltimento acque;
  • 3 impianti di trattamento delle acque di prima pioggia;
  • circa 25 ettari di parco con caratteristiche variabili tra parco fluviale naturale e parco urbano attrezzato con giochi per bambini, con percorsi pedonali e ciclabili;
  • opere minori (una passerella in legno lamellare, parcheggi, strade di collegamento, fognature, etc.).

Photo Gallery: